Ancora phishing

Continuano massicciamente gli invii di falsi messaggi con un allegato contenente virus. Ne abbiamo analizzati alcuni, notando che provengono spesso da siti dell'est Europa che apparentemente sono del tutto regolari. Evidentemente si tratta di siti che sono utilizzati per spedire mail ad insaputa dei proprietari.
Se ancora qualche messaggio è facilmente riconoscibile per le sgrammaticature del testo, improbabili in un messaggio che pretende di essere per esempio una comunicazione ufficiale di una banca, altre mail sono falsificate con grande abilità ed a prima vista non riconoscibili come un falso. Si tratta quindi di fare attenzione ed usare del buon senso per decidere se aprire o meno un allegato. Fatture di cui non si riconosce l'origine, comunicazione di vincite a lotterie, comunicazioni della banca con allegati in formato compresso sono solo alcuni esempi di messaggi falsi e pericolosi.
Nel dubbio, è sempre possibile utilizzare un servizio on-line per la scansione del file sospetto. Si tratta di caricare sul sito del servizio l'allegato del messaggio, senza assolutamente aprirlo o decomprimerlo, ed attendere i risultati del controllo. Un portale che offre questo servizio, ma ce ne sono tanti altri, è: virusdesk.kaspersky.com.